Caravaggio. L’immagine del Ridicolo.

caravaggio.jpg

«Caravaggio. L’immagine del Ridicolo», Trapani, Museo Regionale Conte Agostino Pepoli fino al 14 marzo. Info: 0923-545512

Tag: , ,

14 Risposte to “Caravaggio. L’immagine del Ridicolo.”

  1. La Cultura è informazione Says:

    L’opera usata per i cataloghi ed i manifesti è quella che fu trafugata (rubata) a Palermo nel 1969 dall’Oratorio di San Lorenzo, ovvero “La Natività” di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.
    L’idea di utilizzare quella immagine non è casuale, poichè tempo addietro l’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Sicilia in collaborazione con L’Unione Europea, il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati, il Ministrero per i Beni Culturali, il Consiglio dei Ministri, il Ministero della Giustizia, il Ministero delle Comunicazioni, l’Assessorato Turismo della Regione Sicilia, la Provincia di Palermo ed il Comune di Palermo aveva attivato un’iniziativa intitolata “WANTED” in cui si premeva la divulgazione delle immagini delle opere trafugate con il seguente slogan: “Se la pubblicità è l’anima del commercio questa iniziativa, anch’essa pubblicitaria, costituisce un deterrente per l’illecito commercio”.
    Da qui l’idea di divulgare tramite i cataloghi ed i manifesti della mostra “Caravaggio” di Trapani, l’immagine dell’opera di Caravaggio rubata ai Siciliani.
    Per quanto riguarda la scelta di utilizzare un corridoio per le opere,
    concordo sul fatto che non è stata una scelta felice, ma forse prima di “sparare a zero su tutti” bisognerebbe informarsi bene sui motivi forse logistici e/o forse di sicurezza che hanno portato a questa scelta.
    Cordiali saluti

  2. metal up your ass! Says:

    Organizziamo grandi eventi rock! Sono più economici e danno più soddisfazione

  3. io? Says:

    in risposta ad io!
    1 – ma allora a cosa lo hanno chiamato a fare sto inglese? non decide su niente…che fa?immagine?pubblicità?bah.
    2 – io nn ho mai visto una pubblicità di una mostra dove si pubblicizza un quadro che non c’è (sarebbe come fare la pubblicità alle saline di trapani e metterci quelle di marsala…aspe aspetta….ora torna tutto)
    3 – e come la mafia, gli organizzatori della mostra se ne fregano dell’arte e pensano solo a fare quattrini

  4. io! Says:

    Ovviamente il messaggio scritto da io? non l’ho scritto io!

    Anzitutto anch’io ho criticato la mostra dal punto di vista organizzativo, l’ho scritto in altra sede, ma attenzione a non essere troppo approssimativi.

    Mauro, probabilmente non te ne importerà nulla di Caravaggio. Perciò quando dici “questo genio di curatore inglese” riferendoti a sir Denis Mahon dovresti sapere:

    a) che non stai parlando di un pincopallino (google potrà aiutarti);

    b) che non è lui a decidere come e dove devono essere esposti i dipinti al museo Pepoli di Trapani.

    Il fatto di aver usato per la pubblicità un quadro non in mostra è sì odioso ma, purtroppo, non isolato.

    Quanto alla solita solfa dei politici corrotti che sprecano denaro, che dire se non che i politici disonesti sono dappertutto, così come dappertutto nel mondo vengono organizzate mostre del genere?

    Io mi ritengo un cittadino onesto. Per quale motivo non posso godere di un evento culturalmente rilevante nella mia terra? Per quale motivo le colpe di Cuffaro devono ricadere su di me?

    Per quale ragione la colpa è sempre della mafia, di D’Alì o della Adamo? Basta alibi. Il problema è che siamo un popolo fondamentalmente ignorante, che non si è mai ribellato per tutti i soldi spesi per processioni e cazzate religiose varie, che se ne fotte delle leggi ma intriso di vittimismo come pochi.

    Però, la colpa è sempre del sistema, sempre della mafia…
    E come la mafia snobbiamo l’arte e pensiamo solo a come poter fare quattrini.

  5. taken head Says:

    Ben detto, Mauro

  6. Mauro Says:

    e vafanculo puru tu!!!!

  7. Mauro Says:

    Ti sei dato da solo la risposta,
    la mostra di Caravaggio è uno spreco perchè è un’iniziativa che proviene dagli stessi (D’Alì, Adamo, Cuffaro, Micciché, Pellegrino, Pizzo, i primi che vengono in mente..) che hanno fatto sì che questa provincia e questa regione venissero dimenticate da Dio, attraverso pratiche clientelari, collusioni con mafia e massoneria e un’incapacità cronica di progettare alcunchè, se non iniziative ridicole come questa.

    Alla mostra di Caravaggio possiamo imputare:

    1) una comunicazione pessima: sui manifesti è stato utilizzato un quadro che non fa parte della mostra e non vi sono riportati giorni ed orari di apertura, in tv non s’è visto nulla

    2) un allestimento approssimativo: vorrei conoscere questo genio di curatore inglese che si sarà fatto pagare a peso d’oro per sistemare sti quattro quadri in due corrodoi e non ordinare neanche pannelli informativi per tutte le opere esposte

    3) inopportunità dal punto di vista economico e sociale: perle ai porci, dici tu, solo che i porci non c’hanno niente da mangiare: organizzare una mostra da 1.300.000 euro in una provincia che ha il tasso di occupazione più alto d’Italia non mi pare fosse una priorità, tantomeno contribuisce da sola all’elevazione della cultura della cittadinanza.

    Se ne devono andare a fare in culo, non contano niente, sono feccia!!!

  8. io? Says:

    certo che è uno spreco…come si dice ah… perle ai porci

  9. io! Says:

    Se siete di quelli che pensano che spendere tutti questi soldi per la mostra di Caravaggio siano uno spreco, meritate davvero di vivere in una provincia e in una regione dimenticate da Dio.
    Se, invece, pensate che poteva essere organizzata meglio, ok. Lo penso anch’io.

  10. Peppe Says:

    Domenica scorsa sono andato a trapani.
    Volevo vedere la mostra di caravaggio e sono arrivato alle 18.00.

    Cancello chiuso, vaffanculo dalì di merda

  11. Marcello alias Albatros Says:

    Complimenti ragazzi!!!

    Ho pubblicizzato il vostro sito sul Nostro forum…

    Mi complimento con voi!!!

    qualora lo vogliate, possiamo collaborare…

    In attesa della sentenza dell’amico totò vasa vasa, porgo cordiali saluti.

    baciamo le mani!!!

  12. Vito Says:

    si, mostra devvero orrenda. Visto che si doveva fare in un corridoi, perchè non usare quello di casa mia? e poi, dove sono finiti secondo voi i pannelli delle altre opere? sappiamo tutto dell’estasi di San Francesco, e delle altre? bah!

  13. Dalì arruso Says:

    …dalì a là quanto c’è?

  14. Anonimo Says:

    … e duecentomila euri!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: