Come Beverly Hills?!?! M.G. Sessa in Califogna Dreamin’

cimg0651

Dopo aver ricevuto da Marsala C’è la licenza di spararle grosse per oltre un anno con la rubrica Intorno alla scuola, Maria Grazia Sessa si cimenta in una nuova avventura con i colleghi-rivali di Marsala.it che, probabilmente invidiosi delle performance autoriali della nota dirigente-scolastica-pittrice-dilettante  (però, che autorevolezza!), gli hanno affidato la strabiliante rubrica Amare Marsala.

L’ultima fatica (delirio) dell’illustre penna è il fondo intitolato con sicumera Marsala è Beverly Hills.

Chi ci legge ormai sa che siamo soliti chiamare la nostra città Marshal e la nostra provincia Califogna: è una metafora scherzosa per sottolineare il fatto che gli abitanti di questo angolo di Sicilia tendono a reinterpretare in chiave sicula – con auto, imbarcazioni e soprattutto ville perlopiù pacchiane – la tipica opulenza della West Coast statunitense. Finora pensavamo che fosse un costume inconsapevole e tipicamente provinciale per sentirsi belli, ricchi, famosi. Ma mai avremmo pensato che ci fosse stato qualcuno davvero convinto di vivere in pieno “American Dream“, tanto da scriverci un articolo (delirio).

Ripercorriamone alcuni passi cliccando su “Leggi il seguito di questo post”, che in americano si dice “Follow the jump”, visto che a Beverly Hills dovreste essere di casa.

Spesso mi capita di girare per le contrade della città di Marsala ed osservare le innumerevoli ville e villette sparse in tutto il territorio. Si tratta di costruzioni, di varia architettura e di dimensioni e colori diversi che si susseguono, distanziate le une dalle altre da splendidi giardini o spazi verdi.
Più giro per le stradine delle contrade e più ne scopro, ormai è diventata per me quasi una “caccia alla villetta”, ogni volta che percorro nuovamente una strada ne scopro delle altre e tutte molto belle, è davvero un piacere gustare con gli occhi le meravigliose villette marsalesi.

(…)

Credo che gli stessi cittadini marsalesi non le conoscano tutte, ma è uno spettacolo, credetemi, percorrere le strade di ogni contrada e osservare come la fantasia dei proprietari e degli architetti a cui si sono affidati abbia dato luogo a questo panorama fatto da centinaia di costruzioni di varia grandezza, forma e ricchezza di particolari peculiari per ognuna di esse.

Alla attenta urbanista, a quanto pare in preda a visioni psichedeliche causate dalla prolungata esposizione alle multiformi e multicolori villette marsalesi, forse sfugge che questo “spettacolo” altro non è che il frutto del fatto che ognuno ha fatto un po’ “come cazzo gli pare” nel costruire casa, senza rispettare nessun vincolo paesaggistico tanto meno di buon gusto. Tralasciando le sue personali e discutibili valutazioni estetiche, sarebbe curioso sapere se la sedicente pittrice conosce quante di queste siano regolari, considerando magari che i casi di abusivismo accertato nel solo 2006 a Marsala sono stati ben 356 (Rapporto Ecomafie 2006 di Legambiente).

Ma ancora non siamo arrivati al climax: quando con un volo, più che di fantasia di follia, all’interno del contorto ragionamento accade questo:

La bellezza di questa architettura urbana la dobbiamo ai vari cittadini che pian piano negli anni hanno costruito le loro dimore nelle campagne, dando il meglio di sé ed ottenendone splendidi risultati, tali da poter paragonare Marsala alla famosa Beverly Hills, città statunitense al confine con Los Angeles, centro di moda e di bellezza di rilevanza mondiale, meta di attrazione turistica di una notevole importanza, infatti ogni anno attira migliaia e migliaia di visitatori da tutto il mondo.
L’esclusività di Beverly Hills è paragonabile a quella di Marsala, infatti è difficile trovare una città strutturata in contrade ricche di villette che si susseguono come nella nostra Marsala!

Beverly Hills paragonabile a Marsala? Ma come? Dobbiamo ringraziare? Chi? Tutti i cittadini che hanno costruito centinaia di villette in campagna? Questi benefattori hanno fatto scomparire la campagna e gli dobbiamo pure dire grazie? Bah…

A parte che nelle ville di Beverly Hills ci abita e ci ha vissuto gente come Charlie Chaplin, Walt Disney, Sylvester Stallone, George Clooney, Ella Fitzgerald, Madonna, Paul Newman, Ozzy Osbourne, Elvis Presley e noi al massimo c’abbiamo Maurizio Favilla, ma poi uno direbbe: ma certo che la Sessa deve conoscerla bene Beverly Hills! Ma manco per niente, invece. Al massimo avrà visto 90210: la definizione della cittadina californiana che ci fornisce l’inguaribile ottimista è tristemente scopiazzata alla bell’e meglio da Wikipedia. Prego controllare.

Il meglio, però, deve ancora arrivare. Quale è il problema? Le villette sono poco valorizzate, colpa dell’amministrazione:

La differenza però purtroppo c’è, ed è nelle infrastrutture, infatti, tutto ciò che circonda le meravigliose villette è fatiscente: strade, marciapiedi inesistenti, spazi verdi di pertinenza comunale trascurati, impianti di illuminazione inesistenti o danneggiati dalla scarsa manutenzione, insomma, un vero strazio! Peraltro in netto contrasto con le case intorno, ben curate e gradevoli alla vista. Ora, come dicevo, se il Sindaco e gli amministratori comunali conoscessero bene le contrade, avrebbero previsto nel loro bilancio, un piano pluriennale per la sistemazione almeno di una contrada all’anno: non è impossibile. Cosa occorre?

Cosa occorre? Le contrade sono più di 100, quindi occorre almeno un secolo. Ma secondo l’insigne studiosa:

Se così facesse l’amministrazione, potremmo avere una seconda Beverly Hills: Marsala meta di turisti che verrebbero a frotte a visitare le splendide e uniche villette caratteristiche di questa nostra città-territorio.

Ma ce lo vedete un Mr. John Smith qualsiasi accompagnato dalla Mrs. Caroline Wilson di turno aggirarsi nel bel mezzo di C.da Bambina con 42° C (107.6° F, visto che siamo a Beverly Hills) ed esclamare “amazing! ci si sente proprio a casa qui!

Per concludere vi chiediamo di dire la vostra nel sondaggio:

APPENDICE:

Della signora si conoscevano già le strampalate opinioni, di cui è prodiga, oltre che di errori di forma, grammatica e sintassi.

– “adesso la città è ricca di opportunità, non solo è garantita in avanguardia la visione di film recenti…La febbre del sabato sera 30/10/07

– “Per un certo periodo, i manuali, non sono stati più di moda, anzi sono stati banditi a causa della contestazione sessantottina sulle “regole”, sui “nozionismi” ecc.Il MANUALE delle BUONE PRASSI 27/11/08

– “studenti che gridano, urlano, si bisticcianoMENSE SCOLASTICHE 27/11/08

– “Insieme, maestra e alunni, decidono di scrivere una lettera al Sindaco con un prezioso suggerimento: “Caro Sindaco, perché non ci regali le cime già cadute delle agavi di cui è piena la campagna marsalese?”  Natale senza albero 15/12/07

– “La LINGUA ITALIANA è tra le più facili da pronunciareA SCUOLA DI ITALIANO 24/1/08

–  “Anche perché la grande varietà e tipologia di rifiuti, che vengono scaricati nei terreni destinati a tale scopo, genera nel sottosuolo fenomeni di decomposizione e ricomposizione chimica che danno luogo ad esalazioni pericolose per la salute pubblica, senza considerare i danni al terreno stesso che non potrà mai più essere coltivato!Il futuro è nei rifiuti 31/1/08

– “Chi occuperà lo “scanno” di Ministro dell’IstruzioneThe day after 24/4/08

– “perché un giorno, a causa degli sprechi, ci ritroveremo senza la materia prima per produrre i prodotti che oggi con tanta superficialità sprechiamo!Reciclare a scuola 22/12/07

(LA RACCOLTA COMPLETA QUI)

Tag: , , , ,

15 Risposte to “Come Beverly Hills?!?! M.G. Sessa in Califogna Dreamin’”

  1. Andrea Says:

    “GLI hanno affidato”?

    Sessa è chi Sessa fa.

  2. Anonimo Says:

    sindacooooo

  3. HK Says:

    rock the casba

  4. marcius Says:

    questa da piccola era lasciata troppo da sola di fronte la televisione…

  5. Ruth Says:

    I recently came across your blog and have been reading along. I thought I would leave my first comment. I don’t know what to say except that I have enjoyed reading. Nice blog. I will keep visiting this blog very often.

    Ruth

    http://www.infrared-sauna-spot.info

  6. piemonte & lombardia Says:

    villette pazzesche

  7. Grande Franco!!! Says:

    Franco ha fatto una analisi perfetta del fenomeno. Non c’è altor da ggiungere…

  8. circle jerks Says:

    Beverly Hills, century city
    everything’s so nice and pretty
    all the people look the same
    don’t they know they’re so damn lame

  9. CUCCIARDA Says:

    Apologia dell’abusivismo edilizio! nullaltro da aggiungere.ciao

  10. franco Says:

    La direttrice Sessa deve essere pazza, oppure cieca, ma molto piu probabilmente cretina!

    Io ancora devo capire con quale “licenza poetica” una persona puo seriamente – e non goliardicamente – pensare di paragonare BEVERLY HILLS 90210, CA e MARSALA 91025, TP.

    BEVERLY HILLS è la residenza degli attori, registi, produttori di Hollywood, oltre che di tutta la upper class Losangelina, quindi si tratta delle zone piùricche del globo, caratterizzata da una poplazione dinamica e multirazziale
    MARSALA è una piccola cittadina dell’estremità meridionale dell’europa, un luogo di confine, economicamente decaduta e culturalmente depressa, con i giovani che emigrano sia per motivi di studio che per lavoro ed i politici inquisiti per mafia.

    A BEVERLY HILLS le ville vengono realizzate dai più grandi architetti e designer, ricche di materiali pregiati, piscine a più livelli, garages zeppi di Ferrari, giardini pensili ecc.ecc. alcune anche un pò pacchiane, ma sempre costosissime e grandiose, ville con la V maiuscola – per farci capire dalla Sessa – rispetto alle quali i nostri “fiori all’occhiello” Villa Genna e Villa Favorita rappresentano delle modeste depandances.
    A MARSALA le villette vengono costruite senza nessuna ispirazione architettonica o ingegneristica, quelle abusive, poi, sono messe in piedi nottetempo dalle locali mastranze, con l’uso dei peggiori materiali in commercio, e senza nessun criterio costruttivo che non sia quello della velocità di esecuzione e del risparmio ad ogni costo.

    Ma poi come mai Beverly Hills e non la Costa Azzurra (Nizza, Cannes Montecarlo) o la Versilia (Viareggio, Forte dei Marmi, Camaiore) come mai tanto ardire fino alle residenze dei divi di Hollywood. Ma la Sessa ci è mai andata a Beverly Hills? Lei, molto probabilmente non c’è mai andata, scrive per sentito dire, o peggio ancora, vede in TV qualcosa e ci crede
    cosi tanto da scriverci un articolo a firma sua. Io invece ci sono stato, e parlo a ragion veduta; i bus che fanno il tour delle ville delle stars c’è davvero.
    Invece le uniche attrattive turistiche a Marsala sono i residuati delle bellezze paesaggistiche (ossia quel poco che è rimasto del litorale, dello stagnone e delle colline che non è stato ancora distrutto dall’edilizia selvaggia), i residuati delle costruzioni urbane e rurali fino alla metà del XX sec. cioè prima dell’avvento del cemento armato (ossia li resti dei bagli e delle case coloniche in campagna, i palazzi antichi e le chiese in centro) e le rovine archeologiche non ancora seppellite sotto un condominio.

    Ricordiamo ancora alla direttrice con la cultura da bidella che l’area urbana di L.A. ha gli stessi abitanti della Sicilia, ma il numero dei multimilionari a Marsala è praticamente nullo se paragonato anche ad una sola strada di Beverly Hills.
    Di quale “esclusività” parla dunque la Sessa? delle feste della Marsala-bene (sic!) alle quali non viene invitata (perchè spara questo tipo di cazzate) forse? La similitudine Marsala-Beverly Hills è sempre più lontana…

    Continuiamo con il notare che la dizione “città-territorio” è un elegante maniera di giustificare l’abusivismo diffusosi solo negli ultimi 30 anni su tutto il comune marsalese, preso peraltro in prestito alla ben più elegante realtà ferrarese (cfr. http://www.cittaterritoriofestival.com ed altri).
    La “caccia alla villetta”, questo hobby a me sconosciuto, ma che la Sessa pratica con gioia, sembra essere il nome di qualche (tanto necessaria) operazione antiabusivismo ed a tutela del patrimonio naturalistico della guardia di finanza o della procura della repubblica.
    Ma la Sessa nel tempo libero non ha davvero un cazzo da fare?

    L’agro marsalese, che i nostri nonni ricordano come meraviglioso, è stato rovinato dalle villette che piacciono cosi tanto alla Sessa. Basta vedere le foto aeree di marsala del 42 che sono contenute nel libro edito pochi anni fa dal Vomere (“segni del territorio” credo sia il nome), per vedere cosa erano le campagne Marsalesi: Un grande litorale sabbioso, ciare ancora incontaminate, un susseguirsi di casette e bagli immerse tra le vigne, i giardini, gli orti ed i frutteti … qualcosa simile a Bordeaux o alle Langhe Piemontesi, piuttosto che Beverly Hills. Grazie al gusto di gente come la Sessa, guardatene il risultato oggi.

    Concludo con l’amaro dubbio che la vicenda mi ha lasciato: in una Italia in crisi economica ed in un sud ancora più depresso, con le crisi finanziarie globali, la riforma Gelmini e la probabile fine della scuola pubblica…se la direttrice di una scuola ha ‘sta testa di gintuzza che futuro hanno i miei figli?

  11. onofrio Says:

    Io ringrazio problem man & fogna boys perchè è sincero, divertente, competente e mette in risalto sia le belle cose che lo squallore delle nostre zone.
    Continuate così!!!

  12. Mario Says:

    BOLLITA!!!!

  13. Quelli che pomposamente si autodefiniscono "giornalisti" Says:

    Credetemi. Si autodefiniscono pomposamente “giornalisti”, ma sono soltanto delle mezze calzette della disinformazione.
    Basta leggere la cronaca (si fa per dire) tutta fatta di “veline” al servizio del
    potere e non ndel cittadino.

  14. Come Beverly Hills?!?! M.G. Sessa in Califogna Dreamin’ | Yourpage live news aggregator Says:

    […] Come Beverly Hills?!?! M.G. Sessa in Califogna Dreamin’ Author: AmosGitai | Files under Blog Personale […]

  15. HK Says:

    la sessa deve avere un gran pusher…roba buona davvero!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: