Posts Tagged ‘elezioni’

I Popolari di Italia Domani – PID: si unceru

ottobre 10, 2010

Totò Cuffaro, Saverio Romano, Giuseppe Drago e Calogero Mannino formano il nuovo partito “I Popolari di Italia Domani“, in sigla PID. Accussì ni manni a fare n’culu unu e i manni a fare n’culu tutti e quattru.

Breve CV su Wikipedia:

Cuffaro: http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Cuffaro#I_procedimenti_giudiziari_penali

Romano: http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Saverio_Romano#Procedimenti_giudiziari_penali

Mannino: http://it.wikipedia.org/wiki/Calogero_Mannino#Procedimenti_giudiziari_penali

Drago: http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Drago#Procedimenti_giudiziari

 

Annunci

E la curva gridò a Sgarbi: A SALEMI !!!

maggio 24, 2008

Chi ha frequentato lo stadio lo sa. Quando un giocatore dimostra scarso talento il pubblico di Marshal è solito apostrofarlo con un sonoro “A SALEMI !!!“, con ciò sottolineando che il suo valore tecnico è tuttalpiù adatto per calcare i poco nobili campi della cittadina che diede in natali al celebre Giuseppe “Pino” Giammarinaro, l’ex deputato regionale che in provincia è una specie di recordman delle imputazioni: già indagato per mafia ed ex latitante in Croazia e sottoposto al regime di sorveglianza speciale per 4 anni perchè indiziato di appartenenza mafiosa; indicato da una decina di pentiti come riferimento politico di Cosa Nostra; per i reati di corruzione, concussione, associazione per delinquere e abuso d’ufficio ha patteggiato la pena di un anno e 10 mesi risarcendo 200 milioni di lire all’USL di Mazara del Vallo di cui era funzionario.

Adesso Giammarinaro sostiene nella corsa a sindaco di Salemi proprio Vittorio Sgarbi (Qui c’è la breve dell’ANSA, recuperata dalla cache di Google perchè rimossa). Fra l’altro proprio ieri era allegramente in giro per la città a brindare in un noto locale vicino Porta Nuova. Non si sa dove l’ANSA abbia preso la notizia dell’appoggio di Giammy a Sgarbi, fatto sta che l’ex onorevole è tuttora impegnato parecchio nell’UDC, tanto che il neodeputato all’ARS Pio Lo Giudice ha dichiarato all’indomani delle elezioni, come riportato qui e qui (e al limite pure qui):

“In questo percorso ho avuto, tra gli altri, il sostegno prezioso di Pino Giammarinaro, persona di indiscusse doti umane, alla quale, oltre alla comune condivisione dei valori e dei principi che ispirano l’Udc, mi lega da anni un forte rapporto di amicizia personale di cui sono orgoglioso. Con lui ho condiviso anche momenti difficili, ma ne ho apprezzato la compostezza, la coerenza, la lealtà, anche una certa capacità – direi tutta cristiana – di sopportazione. Penso di interpretare i sentimenti di migliaia di elettori se dico che il suo impegno politico rappresenta una grande risorsa per questa provincia”.

Lo Giudice ha raccolto 10.130 voti, risultando il terzo candidato più votato in provincia dopo Giulia Adamo (13.352) e Paolo Ruggirello (10.545).

Come sia saltato in mente a Vittorio Sgarbi, che appena qualche settimana fa era assessore alla cultura di Milano prima di essere licenziato dalla Moratti, di candidarsi proprio a Salemi nessuno lo sa, per il momento resta un mistero. Forse qualche nostro concittadino a Milano gli avrà gridato “A SALEMI !!!” e lui magari si è incuriosito…

Supermercati Lombardo

aprile 29, 2008

Parte 1

Parte 2

—————

Certi di fargli cosa gradita pubblichiamo Il mercato del voto, l’inchiesta realizzata da La7 sulla vittoria di Raffaele Lombardo alle elezioni regionali siciliane, andata in onda il 21/04/2008 in apertura della puntata della trasmissione “Exit”.

Per questo servizio l’avvocato del nuovo presidente, Antonio Fiumefreddo, ha depositato alla Procura distrettuale di Catania un esposto per accertare “se siano state consumate condotte di reato da parte di singoli e si individuino quindi gli eventuali responsabili“.

Se però dall’accertamento dovesse invece emergere “l’infondatezza della notizia ed il chiaro intento denigratorio” del servizio l’MPA nell’esposto chiede “che siano individuati e puniti come per legge tutti coloro che a vario titolo hanno concorso nel reato di diffamazione aggravata“.

Insomma l’MPA dice di non sapere nulla e minaccia querele su quanto documentato nei quartieri Monte Po-Nesima, S. Leone-Rapisardi e S. Giorgio-Librino.

Eppure in quei giorni tutto l’entourage dell’MPA in quei quartieri c’è stato: il 10 Aprile alle 19.30 in P.zza Peter Pan a S. Giorgio, proprio in mezzo a questi tre quartieri, Raffaele Lombardo ha tenuto l’ultimo comizio pre-elettorale di Catania, ed è rimasto in città fino al giorno successivo.

Mappa di Catania:

Supermercati Lombardo-CT

Agenda Raffaele Lombardo 10/04/2008:

Agenda Raffaele Lombardo 10/04/2008

Oggi e domani scegliete il vostro disonesto

aprile 13, 2008

Dei 1104 candidati in Sicilia per la Camera ed il Senato ecco chi è stato condannato, prescritto, indagato, imputato o rinviato a giudizio. Gli aspiranti ad una poltrona al Parlamento coinvolti a vario titolo in fatti delittuosi che si sono candidati in Italia sono in tutto 100, 27 dei quali nelle circoscrizioni Sicilia 1 e Sicilia 2 per la Camera e per il Senato.

Più di 1/4 dei condannati, prescritti, indagati, imputati o rinviati a giudizio che verranno eletti in Parlamento lo saranno grazie ai voti della Sicilia, tanto che anche Le Figaro ha mandato un inviato a Palermo per documentare che cosa sta succedendo.

10 sono del PDL, 6 dell’UDC, 5 del PD e 1 a testa per La Destra e il Partito Socialista.

Clicca per leggere la lista:

(more…)

Come si vota alle regionali siciliane?

aprile 11, 2008

Vota Sonia Alfano?

Alla Regione sono talmente incapaci che ancora c’è gente che non ha capito come si fa a votare per le elezioni regionali.

Cerchiamo di fare chiarezza: la prima X è per la lista provinciale (noi ovviamente supportiamo gli Amici di Beppe Grillo, perchè di AdamoLoCurtoPellegrinoOddoGucciardiTuranoRuggirello e parassiti associati non se ne può più…); accanto in stampatello si inserisce il nome del candidato della lista provinciale (candidati nel nostro collegio per gli Amici di Beppe Grillo ci sono Paola Sobbrio, Lucia Calì, Ignazio Billera e Vita Schifano) e la seconda X è per la scelta del candidato Presidente, in questo caso Sonia Alfano.

Per quanto riguarda Camera e Senato basta apporre una X sul simbolo da voi prescelto.

Con questa legge elettorale e con questi soliti imbroglioni di PD e PDL sarebbe opportuno non andare a votare, ma una buona strategia per rosicchiare loro seggi è quella di appoggiare liste civiche minori.

La nostra scelta andrà alla lista PER IL BENE COMUNE del candidato premier Stefano Montanari, che è appoggiata dai MeetUp di Beppe Grillo e con loro condivide un programma fatto di proposte concrete che potete visionare qui. Se non la conoscete è perchè questa lista è stata sistematicamente ignorata da giornali e televisioni, malgrado ne abbia parlato addirittura Barack Obama.

Via le tendine dalle cabine elettorali (firma la petizione)

aprile 6, 2008

Soprattutto in Sicilia raramente le elezioni sono del tutto regolari, come dimostra la presenza degli osservatori dell’OSCE alle prossime consultazioni del 13 e 14 Aprile.

Per questo PM&FB appoggia la petizione VIA LE TENDINE DALLE CABINE ELETTORALI per contrastare il vergognoso fenomeno del voto di scambio.

Con una firma a questo indirizzo i cittadini chiedono al Governo di eliminare le tendine dalle cabine elettorali, in modo che non sia possibile fotografare la scheda con i cellulari per provare ai candidati disonesti di aver votato per loro.

Firmiamola in massa.

Curati contro la Lombardosi (messaggio elettorale gratis)

marzo 29, 2008

I candidati nel collegio di Trapani della lista “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano”

marzo 20, 2008
sonia_alfano.jpg

Ieri sono state ufficializzate all’Hotel Jolly di Palermo le candidature per l’ARS della lista Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano” che sostengono Sonia Alfano alla presidenza della Regione Sicilia. E’ possibile ascoltare l’audio della conferenza qui.

I candidati per il collegio della provincia di Trapani sono:

luciacali.jpg

Lucia Calì

ignaziobillera.jpg

Ignazio Billera

vitaschifano.jpg

Vita Schifano

paolasobbrio.jpg

Paola Sobbrio

Cliccando sui loro nomi potete visualizzare il loro profilo e scaricare il loro CV.

 

Sonia Alfano Presidente

SCARICA IL PROGRAMMA DI SONIA ALFANO

2 a te e 46,5 a me

marzo 17, 2008

commissionelettorale.jpg

L’attuale normativa elettorale – meglio nota come “porcata” – prevede che le Commissioni Elettorali di ciascun Comune possano procedere come meglio credono alla nomina degli scrutatori, compreso il sorteggio, qualora non vi fosse unanimità all’interno della Commissione stessa. Il sorteggio è un metodo equo, che è stato già scelto dalla maggioranza dei comuni italiani per evitare favoritismi e clientele.

Invece la Commissione Elettorale di Marshal – formata dal sindaco Renzo Carini e dai consiglieri comunali Enzo Sturiano, Paola Cudia e Michele La Vela – ha scelto un metodo che si colloca a metà strada fra il furbo e l’idiota per designare i 240 scrutatori necessari. Il quartetto di fini giuristi ha deciso che ognuno dei 30 consiglieri comunali potrà scegliere a propria discrezione due scrutatori, mentre il resto sarà indicato dalla Commissione. Così è stato scartato il sorteggio, metodo trasparente ma poco utile ai fini della campagna elettorale.
Basta però fare due conti per capire che così solo 54 scrutatori verranno designati dai componenti del Consiglio Comunale che non fanno parte della commissione, mentre i restanti 186 Carini, Cudia, Sturiano e La Vela potranno sceglierseli fra amici, parenti ed elettori che in cambio riceveranno un compenso di circa 150 Euro. La media è dunque così ripartita: 2 a te e 46,5 a me.

Forse i membri della Commissione Elettorale pensavano che la spartizione della torta delle nomine con gli altri consiglieri avrebbe fatto passare la cosa sotto silenzio, ed infatti così è stato. Tranne che per Patrik Basile, che invece si è indignato ed ha spifferato il triste magheggio a Marsala.it. Bravo!

Sonia Alfano: una bella cosa

febbraio 29, 2008

E’ successa una bella cosa: alle elezioni regionali si presenta Sonia Alfano, una bella occasione per chi da un lato rifiuta personaggi più che contigui al malaffare e dall’altro commissari di partito calati da Roma senza chiedere un parere a nessuno: Lombardo e Finocchiaro.

Per chi non lo sa Sonia Alfano è la figlia del giornalista barcellonese Beppe Alfano, assassinato dalla mafia nel 1993. Dalla morte del padre questa ragazza si è sempre battuta contro la mafia, facendo nomi e cognomi di mafiosi e politici disonesti e per questo è stata minacciata più volte di morte. Accanto a lei ci sono ragazzi normali, persone normali e soprattutto oneste. Non i soliti ridicoli faccendieri sottosviluppati della politica regionale che hanno fatto della Sicilia una regione sottosviluppata di emigranti.

Se avete un po’ di tempo vale la pena di ascoltarla in questi 10 minuti di video e magari poi fare un giro su YouTube per conoscerla meglio. Scoprirete cose sensazionali su chi ci ha amministrato. E poi si può fare un salto su www.soniapresidente.net per scriverle o sapere cosa ha intenzione di fare.

Qualche giorno fa il volantino qui sotto poteva sembrare inapplicabile. Da oggi no.