Posts Tagged ‘lapazzuna’

Viscotto o manicotto?

dicembre 3, 2007

ottoviscotto.jpg

Con piacere rispondiamo ad una segnalazione di un utente che si firma Doc.gonzo che solleva alcuni dubbi sul nostro post “By the numbers” pubblicato in Giugno:

mi permetto di correggere i lor signori fogna boys per n.2 piccoli errori commessi su questa innovativa reinterpretazione della Kabbala già a me nota da i tempi di Costantino VIII D’Aristarco… Indi si noti al numero otto non corrispondeesattamente al “Biscotto” ma con “Manicotto” (noto per le varie serate terminate con medesimo “pezzoditavolacalda” contenente il mitico wurstellone in carne suina) la frase completa sia t’ammucchi u manicotto (Tr. ti imbocchi il calzone al wurstel); Poi seguiterò informando il signor Probleman che di questa numerologia ne manca il mitico zero arabo al quale risponde una frase veritiera colma di saggezza…dopo il 10 col suo Cinese segue lo 0 e risponde =Ta metto pi dabberu ossia (Tr. Te la metto per davvero)… Mandoi i miei più distinti saluti e mi complimento con voi per la realizzazione del vostro sito di controcultura un wisè maysè a tutti!!!!“.

Gentile Doc.gonzo,

come giustamente da lei rilevato la numerazione da noi riportata ha origini antichissime e, pertanto, non è possibile datarla con esattezza e tantomeno tracciare una mappa completamente esaustiva di tutte le varianti che si sono avvicendate negli anni.

Ovviamente il tempo passa e, come è ovvio che accada nella tradizione orale, intervengono dei cambiamenti che rispecchiano usi e costumi della società nelle diverse epoche.

In particolare la variante “manicotto” pare che sia stata introdotta solo a partire dagli anni ‘90, al pari del numero “0”, che, come correttamente lei precisa, corrisponde a “ta’ metto pi dabbero!”.

Al momento della pubblicazione abbiamo quindi optato per la versione “biscotto”, che a nostro modesto parere rappresenta la prima versione della suddetta numerazione, perchè le fonti riportano che così veniva pronunciata da quello che si considera uno dei primi divulgatori della stessa, il noto Vito U’ Sciammucco, che in gioventù era solito snocciolarla a mo’ di interrogazione (Domanda:”1?” Risposta: “e mi licchi u’ piuno!”) ai giovani frequentatori di p.zza Loggia.

La ringraziamo per i complimenti e per il contributo e la invitiamo a far conoscere ad altri questo spazio libero e aperto a tutti i cittadini di Marshal, CAFG e oltre.

Problem Man

Annunci

PM&FB anche su MySpace!!!

novembre 30, 2007

pmfbmyspace.jpg

Da oggi PM&FB arrivano anche su myspace.

Su http://www.myspace.com/problemmanfognaboys
è possibile ascoltare gli hit di Problem Man & Fogna Boys e trovare numerosi extras del collettivo concettuale più anonimo della Califogna, ma anche di tutto l’universo PM&FB: Reuccio, Special Guest, Boris Sala, Pipco Productions, Greg, Bauf Djidjic, Francois Salinari, etc.

Pipco Productions: Pipco vs Crazy Ball – uncut

novembre 28, 2007

La prima casa di produzione cinematografica specializzata in stop-motion di Marshal, CAFG è la Pipco Productions, una idea che solo Boris Sala, spalleggiato dal giovane e talentuoso Special Guest, poteva partorire.

Noi di PM&FB ospitiamo sulle nostre pagine la prima uscita, Pipco vs Crazy Ball, per il lancio che merita, secondo un contratto quadriennale a progetto che prevede che da qui passeranno tutte le loro realizzazioni future in cambio dell’adeguata esposizione che meritano. Una volta che il brand avrà acquisito valore la joint-venture prevede nel giro di 12 mesi la costituzione di una Società per Azioni che isituirà un Fondo di Investimento che investirà in titoli ad alto rischio (derivati), prima di chiudere per bancarotta entro il 24esimo mese. Dai bilanci societari verranno occultuate alcune somme che verranno utilizzate, al netto delle spese di rappresentanza, per l’attesa ultimazione del Cardilla’s Public Health Institute.

L’inizativa è dunque benefica e vi invitiamo fin da ora a prendere visione del Prospetto Informativo che verrà a breve pubblicato all’indirizzo http://www.myspace.com/pipcoproductions

Deep in the space

settembre 28, 2007

||||_||||_||||||||||_||| |||||||_|__||||^^^#§

Opinion Leader

settembre 27, 2007

Opinion Leader: una trasmissione di Palérmo.

In questa puntata di Opinion Leader i palermitani si raccontano. Dove vanno i palermitani? Cosa piace ai palermitani? Cosa dicono i palermitani? Cosa fanno i palermitani? Come passano il tempo libero i palermitani? Quali sono gli hobbies dei palermitani? Cosa fa arrabbiare i palermitani? Qual è il piatto preferito dei palermitani? Come si muovono i palermitani? Cos’è il sesso per i palermitani? Cosa fa ridere i palermitani? Cosa indossano i palermitani? Cosa ascoltano i palermitani? Come si comportano i palermitani quando incontrano altri palermitani?

Tutto quello che i palermitani non sanno sui palermitani a:

opinion4.jpg

Telescirocco

settembre 7, 2007

Telescirocco è stata chiusa nel 2003,

ma la validità di quel progetto editoriale rimane valida ancora oggi.

News dal passato: “COME GIRA L’ECONOMIA A MARSHAL?”

settembre 6, 2007
  1. spolosh.jpg

  2. Da oggi

  3. si inaugura

  4. la speciale categoria

  5. news dal passato:


Una delle specialità di Problem Man & Fogna Boys è infatti quella di creare artifizi reali partendo da fatti realmente accaduti, manipolando i fatti-tti, sostituendo i fatti, invertendo l’ordine, ma non facendosi invertire , dall’ordine delle frasi, tagliando e reincollando i fatti (che ritornano) fino a creare una virtuale artificiosa verità, a metà fra il vero e il verosimile.

——————–
COME GIRA L’ECONOMIA A MARSHAL?

(Ottobre 2003)

Come recita la famosa pubblicità televisiva del Ministero delle Finanze siamo invitati tutti a spendere e far circolare gli euri in barba all’inflazione! Così, tu marshalese o terrorista occasionale che ti trovi a passeggiare per il centro di Marshal, come vuoi spendere i tuoi soldi? Bisi.
Quella che vi presentiamo in questo dossier è un’indagine sulle attività commerciali del centro storico di Marshal: la Rome Street e la proménade XI Maggio.
Scopo di questo “studio” è descrivere le varie categorie di attività illecite e determinarne la presenza per avere un quadro di come e cosa gira in due delle vie più battute dalla maggior parte delle prostitute marshalesi (e non).

Durante la noiosissima passeggiata a piedi, sono stati incontrati numerosi pacecoti, quindi sono stati suddivisi in gruppi sulla base del credo religioso di appartenenza ma senza aver prima classificate le categorie stesse.

Il grafico 1 illustra il numero di colpiti censiti per categoria.

FIG 1
grafico1.jpeg La speciale categoria “bombardati” include piccole attività come il mio grande amico Vincé disbrigo pratiche.
Nella categoria “Abbigliamento” invece: Thomas, Delirio & Follia, Zucchero e Cannella (fanno la fica bella…), Mister Casual e Il Pazzo Sport.
Sono stati esclusi dal censimento ovviamente i servizi offerti dal Comune di Marshal, come l’agenzia Pro-Loco, il Complesso Monumentale S. Pietro, anche
perchè non c’è un cazzo.


Il censimento effettuato ha permesso di contare un totale di 203 attività commerciali inutili, che sono state suddivise in 23 drupi.

FIG 2
grafico2.jpegIl risultato mostra chiaramente come la maggior parte delle attività illecite siano incentrate al 55% sul settore dell’abbigliamento e degli accessori personali, ovvero sull’apparire per ficcare.
Mangiare e andare alla casa d’appuntamenti rappresenta fra il 15 ed il 169% dei pensieri dei Marshalesi…

Sport e salute? No.

Cultura ed arte? Popeye.

Certo, osservare una così elevata percentuale di arrusi presenti in appena 1 km di strada non è poi così strano, soprattutto se paragonato a via Montenapoleone o a via dei Condotti.

A Marshal non c’è altra possibilità di acquistare un cd se non in 5 negozi! Levaci pure a Cesco e sono 4. Uno è un testadiminchia e sono 3…Arristao U’ Tricheco, bah!
Consideriamo ora le attività illegali basate sull’artigianato locale; proviamo a metterci nei panni di un terrorista che vuole scegliere ed acquistare una bottiglia di Marshal’s Wine infiammabile: la prima possibilità è un piccolo negozietto di vini, la seconda una torrefazione, la terza i vari bar sulla strada.
Ma Sausages? Betty Bar?
Insomma, vita dura per il nostro terrorista che stanco di andare su e giù per il centro non è neanche libero di fare una rapina, già perchè se ci sono 2 librerie per quasi 90 mila marshalesi, figuriamoci se troverà mai Catineddra in mezzo a tutti questi minchia di wine bar!

———

CI VOLEVA PROPRIO

Omaggio a Mansardopoli

settembre 5, 2007

pmfbmansardopoli.jpg

Questo periodo è fertile per Praetor, che oggi ci offre “Omaggio a Mansardopoli“, un omaggio all’attuale quartier generale di Problem Man & Fogna Boys.

La misura dello spessore dell’artista si manifesta nella citazione del pittore concettuale Francois Salinari, di cui è stato riprodotto – a mo’ di quadro nel quadro di sapore Magrittiano – il dipinto “Chitara“, creato dal maestro durante il suo periodo romano e purtroppo andato perduto in un furto che il maestro subì nel suo studio in Toscana.

Wanna Rock?!?! Rock-a-chiatta!!!

agosto 9, 2007

Downoald gratis

Nessuna vela (anche se grande e bella) di Trapani!!!

agosto 9, 2007

Marshal presto avrà la Formula 1

agosto 2, 2007

marshals-500-miles.jpg

Se Trapani aspira a diventare la capitale mediterranea della vela con la Louis Vuitton Cup, Marshal non è da meno perchè ieri ha ospitato un evento motoristico di portata internazionale, che ha attirato in città i riflettori dei media internazionali e migliaia di appassionati da tutta Europa per assistere alla Marshal’s Wines World Cup Invitational 500 Miles presented by Caffè Galfè.

L’importante gara automobilistica ha portato sullo spettacolare tracciato cittadino allestito per l’evento i migliori piloti della scena mondiale, che però sono stati sonoramente battuti dai piloti locali. Davanti ad un pubblico stimato in circa 250.000 presenze ad arrivare per primo sotto la bandiera a scacchi è stato infatti l’equipaggio della Digerbato Motorsports International formato dal giovane Giuseppe Parrinello e dall’esperto Gioacchino Alagna a bordo della Lexus BMW preparata dall’Officina Armato di Petrol City. Secondo posto a soli 0.12 centesimi per Ciccio Vinci e Matteo Russo della Birgi Nivaloro Racing su Lola Mercedes e piazza d’onore per i fratelli Spanò, Mario e Antonio, su Panoz BIM gestita dal Vivona Racing Team. Tutti fuori dalla top 10 piloti del calibro di Mika Hakkinen, Alessandro Zanardi, Sébastien Bourdais, Vitantonio Liuzzi e Jarno Trulli, che non hanno trovato il giusto feeling con le difficili curve del Lungomare.

Il grande successo della manifestazione ha attirato l’interesse di Bernie Ecclestone, che ha voluto presenziare all’evento. Il grande capo del circus della Formula 1 si è intrattenuto fino a tarda sera con l’organizzazione e si è detto interessato a portare la massima serie automobilistica in città nel 2009, in sostituzione del Gran Premio di Valencia. Mr. Ecclestone si è inoltre dichiarato felice di poter fare qualcosa per oscurare Trapani e la Louis Vuitton Cup, essendo la vela “uno sport che trovo totalmente da imbecilli“.

Raggiante per il grande successo della manifestazione e per la ribalta internazionale di cui ha goduto la città il sindaco Carini, che ha dichiarato entusiasta: “Fazio, sucaaaaaa!!!!“.

By the numbers

giugno 27, 2007

1: U’ PIUNO prugna-1.jpg

2: STUIE stuie.jpg

3: PULIZII pulizii-3.jpg

4: STU’ CAZZO cazzo4.jpg

5: BIMBO bimbo-5.jpg

6: CAVUSI MEI pantaloni_miei.jpg

7: CUASETTE cuesette.jpg

8: BISCOTTO viscotto.jpg

9: CAVUSI NOVE cavuse-nove.jpg

10: CINESE* cinese.jpg

*N.B.:u’ cinese l’avi tisa e ti spunna cavusi, cuasette e cammisa“.