Posts Tagged ‘sicilia’

Marshal: la Palazzina Lilybetana diventa un prodotto De.C.O.

settembre 25, 2010
PALAZZINA_LILYBETANA DE.C.O.

IL MARCHIO DELLA PALAZZINA LILYBETANA DE.C.O.

Dopo Pane, Squaratu, Rianata, Fragola e Fragolina di Bosco (di bosco?), arriva adesso il sesto prodotto tipico certificato con il marchio De.C.O. – Denominazione Comunale di Origine varato qualche mese fa dalla Carini Administration per promuovere le tipicità di Marshal. Si tratta della «Palazzina Lilybetana», una produzione tradizionale tipica del nostro territorio che ci distingue nel mondo per la sua abbondanza e che con l’inclusione fra i prodotti De.C.O. adesso tutela i nostri costruttori edili dalle imitazioni.

In anteprima per i lettori del blog di PM&FB il disciplinare di produzione della «Palazzina Lilybetana», depositato agli atti della Marshal Municipality e redatto con la consulenza delle imprese edili Petitto, Busetta & Varie:

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA

«PALAZZINA LILYBETANA»


Articolo 1. Nome del prodotto

La Denominazione di Origine Comunale «Palazzina Lilybetana» è riservata agli edifici ad uso abitativo che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel presente disciplinare di produzione.

Articolo 2. Zona di produzione

La Denominazione di Origine Comunale «Palazzina Lilybetana» può essere attribuita esclusivamente edifici ad uso abitativo che insistono nella zona geografica del Comune di Marshal e contrade.

Articolo 3. Riferimenti storici

In Sicilia sorgono quotidianamente diverse varianti di costruzioni collegate alla centenaria tradizione rurale della speculazione edilizia. Così, ubicate nel territorio di Marshal (e nel territorio di Petrol City per quanto attiene alle costruzioni realizzate nel periodo antecedente il luglio 1980), fanno storicamente parte del paesaggio tipico le numerose «Palazzinae Lilybetanae», tipici edifici destinati ad abitazione umana che vengono costruiti in aree precedentemente  occupate da edifici storici e/o di pregio, agricole, archeologiche, balneari, boschive o nelle zone incontaminate (tranne che sporadicamente da rifiuti o fanghi o colmate) come le “Sciare marshalesi”. La «Palazzina Lilybetana» si è sviluppata nell’areale marshalese per il favorevole clima politico, economico e criminale di questa provincia della Califogna.

Articolo 4. Metodi di produzione

La «Palazzina Lilybetana» viene realizzata con materiali edili e suppellettili di scarso valore e qualità infima nelle zone indicate all’art. 3 con volumetria eccedente da 4 a 5 volte il fabbisogno abitativo dell’area.

Il progetto deve essere redatto da un geometra anafalbeta, e comprovatamente privo di competenze architettoniche e/o di buon gusto, sottoposto all’approvazione per le variazioni al Piano Regolatore (ove presente) tramite intermediazione di un Presidente di Provincia, Sindaco, Assessore, Consigliere Comunale, Funzionario, Esponente di partito/corrente politica, Capomandamento/Capobastone, Maestro Venerabile, Libero Muratore, che costituisce garante della realizzazione.

I lavori possono essere interrotti e ripresi più volte nell’arco del ciclo costruttivo.

Al fine di ottenere i permessi necessari alla costruzione si possono predisporre aree limitrofe destinate a verde pubblico che però devono rimanere irrealizzate per almeno un ventennio a partire dalla data di ultimazione lavori (N.B.: vedi case history “Parco della Salinella”).

Articolo 7. Descrizione del prodotto finito

La «Palazzina Lilybetana» una volta ultimata si presenta come immobile di tipo “palazzo” suddiviso in appartamenti e posti auto in garages al piano interrato/seminterrato da amministrarsi in regime di condominio.

N.B.: Esso è pertanto distinto dagli edifici di tipo «Villino Lilybetano» la cui certificazione De.C.O. è attualmente in fase di vaglio da parte della Commissione con proposta a cura della D.ssa M.G. Sessa.

L’immobile deve insistere a pochi metri dal mare o sulle aree indicate all’art. 3, con volumetria fuori scala rispetto al paesaggio e agli edifici circostanti o ostruente la vista o la fruizione di scenari naturali/turistici (spiagge, mari, laghi, colline, monumenti…), disegnato con forme squadrate ed elementari e dipinto con intonaci esclusivamente appartenenti allo spettro cromatico della produzione gelatiera locale (N.B.: vedi allegato video a pié di pagina).

Oltre a costituire preciso elemento di degrado paesaggistico, la «Palazzina Lilybetana» detiene necessariamente carattere di inutilità, in quanto molti degli appartamenti rimangono invenduti/sfitti in quanto il costo dell’opera, stante la scarsa qualità del fabbricato di cui all’art. 4 comma 1, è ampiamente coperto dalla vendita anche di solo uno di essi e sufficiente per coprire oneri di fabbricazione e compensi ai mediatori all’art. 4 comma 2.

CONCLUSIONI

La «Palazzina Lilybetana», prodotta nel rispetto del presente disciplinare, viene classificata prodotto De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine).

Marshal, lì 25 settembre 2010

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE COMUNALE De.C.O.

F.to (Avv. Renzo Carini)

Il canguro del Circo Orfei in visita ufficiale a Castelvetrano

marzo 13, 2010

In occasione dell’arrivo del Circo Orfei la Città di Castelvetrano ha accolto con tutti gli onori il celeberrimo canguro, che ha apprezzato le bellezze della cittadina del Belice. Il mammifero di origine australe  ha particolarmente gradito il tipico “Vastedduni di Pane Nero in alzata di Nocellara, mandorle e carciofi spinati”, che è stato accompagnato da un bianco dei poderi Messina Denaro.

Supermercati Lombardo

aprile 29, 2008

Parte 1

Parte 2

—————

Certi di fargli cosa gradita pubblichiamo Il mercato del voto, l’inchiesta realizzata da La7 sulla vittoria di Raffaele Lombardo alle elezioni regionali siciliane, andata in onda il 21/04/2008 in apertura della puntata della trasmissione “Exit”.

Per questo servizio l’avvocato del nuovo presidente, Antonio Fiumefreddo, ha depositato alla Procura distrettuale di Catania un esposto per accertare “se siano state consumate condotte di reato da parte di singoli e si individuino quindi gli eventuali responsabili“.

Se però dall’accertamento dovesse invece emergere “l’infondatezza della notizia ed il chiaro intento denigratorio” del servizio l’MPA nell’esposto chiede “che siano individuati e puniti come per legge tutti coloro che a vario titolo hanno concorso nel reato di diffamazione aggravata“.

Insomma l’MPA dice di non sapere nulla e minaccia querele su quanto documentato nei quartieri Monte Po-Nesima, S. Leone-Rapisardi e S. Giorgio-Librino.

Eppure in quei giorni tutto l’entourage dell’MPA in quei quartieri c’è stato: il 10 Aprile alle 19.30 in P.zza Peter Pan a S. Giorgio, proprio in mezzo a questi tre quartieri, Raffaele Lombardo ha tenuto l’ultimo comizio pre-elettorale di Catania, ed è rimasto in città fino al giorno successivo.

Mappa di Catania:

Supermercati Lombardo-CT

Agenda Raffaele Lombardo 10/04/2008:

Agenda Raffaele Lombardo 10/04/2008

Oggi e domani scegliete il vostro disonesto

aprile 13, 2008

Dei 1104 candidati in Sicilia per la Camera ed il Senato ecco chi è stato condannato, prescritto, indagato, imputato o rinviato a giudizio. Gli aspiranti ad una poltrona al Parlamento coinvolti a vario titolo in fatti delittuosi che si sono candidati in Italia sono in tutto 100, 27 dei quali nelle circoscrizioni Sicilia 1 e Sicilia 2 per la Camera e per il Senato.

Più di 1/4 dei condannati, prescritti, indagati, imputati o rinviati a giudizio che verranno eletti in Parlamento lo saranno grazie ai voti della Sicilia, tanto che anche Le Figaro ha mandato un inviato a Palermo per documentare che cosa sta succedendo.

10 sono del PDL, 6 dell’UDC, 5 del PD e 1 a testa per La Destra e il Partito Socialista.

Clicca per leggere la lista:

(more…)

Come si vota alle regionali siciliane?

aprile 11, 2008

Vota Sonia Alfano?

Alla Regione sono talmente incapaci che ancora c’è gente che non ha capito come si fa a votare per le elezioni regionali.

Cerchiamo di fare chiarezza: la prima X è per la lista provinciale (noi ovviamente supportiamo gli Amici di Beppe Grillo, perchè di AdamoLoCurtoPellegrinoOddoGucciardiTuranoRuggirello e parassiti associati non se ne può più…); accanto in stampatello si inserisce il nome del candidato della lista provinciale (candidati nel nostro collegio per gli Amici di Beppe Grillo ci sono Paola Sobbrio, Lucia Calì, Ignazio Billera e Vita Schifano) e la seconda X è per la scelta del candidato Presidente, in questo caso Sonia Alfano.

Per quanto riguarda Camera e Senato basta apporre una X sul simbolo da voi prescelto.

Con questa legge elettorale e con questi soliti imbroglioni di PD e PDL sarebbe opportuno non andare a votare, ma una buona strategia per rosicchiare loro seggi è quella di appoggiare liste civiche minori.

La nostra scelta andrà alla lista PER IL BENE COMUNE del candidato premier Stefano Montanari, che è appoggiata dai MeetUp di Beppe Grillo e con loro condivide un programma fatto di proposte concrete che potete visionare qui. Se non la conoscete è perchè questa lista è stata sistematicamente ignorata da giornali e televisioni, malgrado ne abbia parlato addirittura Barack Obama.

Via le tendine dalle cabine elettorali (firma la petizione)

aprile 6, 2008

Soprattutto in Sicilia raramente le elezioni sono del tutto regolari, come dimostra la presenza degli osservatori dell’OSCE alle prossime consultazioni del 13 e 14 Aprile.

Per questo PM&FB appoggia la petizione VIA LE TENDINE DALLE CABINE ELETTORALI per contrastare il vergognoso fenomeno del voto di scambio.

Con una firma a questo indirizzo i cittadini chiedono al Governo di eliminare le tendine dalle cabine elettorali, in modo che non sia possibile fotografare la scheda con i cellulari per provare ai candidati disonesti di aver votato per loro.

Firmiamola in massa.

Curati contro la Lombardosi (messaggio elettorale gratis)

marzo 29, 2008

I candidati nel collegio di Trapani della lista “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano”

marzo 20, 2008
sonia_alfano.jpg

Ieri sono state ufficializzate all’Hotel Jolly di Palermo le candidature per l’ARS della lista Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano” che sostengono Sonia Alfano alla presidenza della Regione Sicilia. E’ possibile ascoltare l’audio della conferenza qui.

I candidati per il collegio della provincia di Trapani sono:

luciacali.jpg

Lucia Calì

ignaziobillera.jpg

Ignazio Billera

vitaschifano.jpg

Vita Schifano

paolasobbrio.jpg

Paola Sobbrio

Cliccando sui loro nomi potete visualizzare il loro profilo e scaricare il loro CV.

 

Sonia Alfano Presidente

SCARICA IL PROGRAMMA DI SONIA ALFANO

Sonia Alfano: una bella cosa

febbraio 29, 2008

E’ successa una bella cosa: alle elezioni regionali si presenta Sonia Alfano, una bella occasione per chi da un lato rifiuta personaggi più che contigui al malaffare e dall’altro commissari di partito calati da Roma senza chiedere un parere a nessuno: Lombardo e Finocchiaro.

Per chi non lo sa Sonia Alfano è la figlia del giornalista barcellonese Beppe Alfano, assassinato dalla mafia nel 1993. Dalla morte del padre questa ragazza si è sempre battuta contro la mafia, facendo nomi e cognomi di mafiosi e politici disonesti e per questo è stata minacciata più volte di morte. Accanto a lei ci sono ragazzi normali, persone normali e soprattutto oneste. Non i soliti ridicoli faccendieri sottosviluppati della politica regionale che hanno fatto della Sicilia una regione sottosviluppata di emigranti.

Se avete un po’ di tempo vale la pena di ascoltarla in questi 10 minuti di video e magari poi fare un giro su YouTube per conoscerla meglio. Scoprirete cose sensazionali su chi ci ha amministrato. E poi si può fare un salto su www.soniapresidente.net per scriverle o sapere cosa ha intenzione di fare.

Qualche giorno fa il volantino qui sotto poteva sembrare inapplicabile. Da oggi no.